Additivi per carburanti: sono utili?

z946743La semplice verità è che gli additivi per carburante (di cui ne potete trovare alcuni esempi a buon prezzo qui) non fanno molto per migliorare le prestazioni e il chilometraggio del veicolo.

Gli additivi per la benzina, in particolare, hanno guadagnato popolarità nel corso degli anni a causa delle loro promesse di migliorare le prestazioni, ridurre le emissioni e far risparmiare carburante, ma le cose stanno avvero così?

In generale, se si dispone di un veicolo sano, non si dovrebbe avere bisogno di uno di questi additivi per godere delle prestazioni, di basse emissioni e avere un risparmio di carburante. Non vi è alcun elisir magico che sia stato progettato per rendere il vostro motore magicamente più efficiente e potente.

L’unico caso in cui che questi additivi possono funzionare è se non si utilizza il numero giusto di ottani che il vostro veicolo richiede e lo si aumenta con un additivo. Tuttavia non vi è alcun vantaggio nell’utilizzare più ottani di ciò che è necessario. Perciò, la semplice verità è che questi espedienti semplicemente non offrono ciò che sostengono e in alcuni casi possono anche essere pericolosi per voi e per la vostra auto.

La maggior parte degli esperti vi dirà che un carburante di qualità è quasi sempre preferibile a un additivo di qualsiasi tipo. Gli additivi  possono assumere la forma di composti ossigenati (alcol o eteri), che possono ridurre il monossido di carbonio espulso nell’aria dal proprio veicolo.

Si può facilmente capire perché la gente vuole credere che questo tipo di prodotto funziona. Non sarebbe bello se si potesse versare un additivo o una pillola nel proprio serbatoio di benzina ad ogni pieno che aumenti in modo significativo il chilometraggio della propria auto? Ma gli additivi per carburanti – sia commerciali che fatti in casa – sono quasi sempre uno spreco di denaro.

Questi additivi non aumenteranno l’autonomia della vostra auto. Se si vuole veramente migliorare la distanza in chilometri della benzina, la soluzione migliore è quella di guidare un veicolo a basso consumo, e guidare in modo parsimonioso, il che si può quasi definire un’arte.

Per capire perché questi additivi sono inefficaci, è utile sapere che tutti i motori moderni sono controllati da computer di bordo del veicolo. Il computer in questione si basa su una serie di sensori per regolare le funzioni del motore, tra cui la consegna di carburante, i tempi di accensione e – sui motori più avanzati – quando le valvole di aspirazione e di scarico aprono e si chiudono.

Gli additivi per carburanti hanno la pretesa di aumentare l’efficienza di combustione della benzina. Ma i computer di un veicolo sono già programmati per realizzare un’economia di combustione ottimale con la benzina direttamente nel serbatoio. Modificare la chimica del carburante può paradossalmente comportare una diminuzione delle prestazioni e dei chilometri percorsi.

Allora, qual è l’additivo di un carburante che vale la pena usare? I pulitori di iniezione del carburante a volte sono in grado di migliorare il risparmio di carburante. Se voi o il vostro meccanico sospettate che i vostri iniettori non funzionino correttamente, la pulizia del sistema con un additivo può contribuire ad aumentare il risparmio di carburante, aiutando il lavoro del motore.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *