Comprare auto usata da concessionario: le varie fasi

z876783Dato che le auto usate sono tutte “uniche” è difficile mettere i concessionari d’auto in competizione fra loro come si deve fare per le auto nuove. Ma si può sicuramente risparmiare denaro acquistando l’usato al posto del nuovo. Ecco come.

La chiave per l’acquisto di un’auto usata di qualità ad un buon prezzo da un concessionario è di prendere le giuste misure PRIMA di fare un’offerta. Si vuole infatti trovare un buon affare e sentirsi sicuri che la macchina non abbia problemi di manutenzione o abbia avuto un passato travagliato. Per acquistare un’auto usata senza doversi preoccupare di ricevere fregature, segute questi quattro punti:

Fase 1 – Ricerca annunci auto usate – Per trovare una grande varietà di auto a prezzi competitivi, è necessario visionare un grande numero di annunci.

Fase 2 – Controllate storia e condizioni dell’auto – Evitate una delle grandi preoccupazioni verificando la storia e la condizione di una macchina usata prima di fare un’offerta. Prendere una lezione dai concessionari di automobili, che acquistano auto usate ogni giorno. La storia del veicolo che emerge dai documenti del PRA vi consente di sapere se l’auto è stata coinvolta in un incidente, rubata, etc.

Se qualcosa salta fuori quando si esegue l’apposita visura e si esamina con attenzione il libretto di circolazione, è possibile evitare un errore costoso ed evitare di fare un’offerta. Ma se si vuole ancora la macchina, prima di fare un’offerta mostrate al venditore una copia stampata del documento in questione, e sottolineate eventuali problemi che vi aiuteranno a giustificare un prezzo più basso.

È importante anche ottenere che la macchina venga ispezionata da un meccanico qualificato di propria fiducia per il controllo di tutte le altre questioni che potrebbero non essere state segnalate dal venditore. La maggior parte dei meccanici farà un controllo completo del veicolo per 50-150 euro. Far fare subito un check-up su una macchina ha il potenziale di farvi risparmiare un sacco di denaro nel lungo periodo. Il venditore è in genere d’accordo se ritiene molto probabile l’acquisto del veicolo, altrimenti ponetevi degli interrogativi.

Fase 3 – Informatevi sul valore di mercato dell’auto -Prima di fare un’offerta su una macchina usata, è necessario conoscere il valore della vettura. Il prezzo che il venditore ha esposto o richiesto è probabile che non sia il valore di mercato. In pratica, è solo un punto di partenza per la negoziazione. Ci sono due semplici modi per ottenere una stima realistica di quanto si dovrebbe pagare: cercare la quotazione su riviste specializzate come ad esempio Quattroruote o cercare di trovare vetture paragonabili con un prezzo di vendita più basso.

Procuratevi una stampa di entrambi questi elementi e usateli come prova che il venditore sta chiedendo troppo. Dimenticate quindi il prezzo iniziale del venditore, basta fare un’offerta realistica. Se si dispone della documentazione che la vostra offerta è in linea con i prezzi di mercato, è difficile per un rivenditore discutere i fatti. Tuttavia, assicuratevi di usare il prezzo che riflette la condizione attuale dell’auto.

Molte volte, infatti, un venditore valuterà la sua auto come se questa fosse in una condizione “eccezionale”, ma ci sono quasi sempre piccole ammaccature, graffi, e l’usura che rendono l’auto in non perfette condizioni. Assicuratevi con un’attenta ispezione del veicolo di rilevare e segnalare questi difetti al venditore e spiegare che dovrebbero riflettersi nel prezzo.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *