Ogni quanto vanno cambiati gli ammortizzatori?

z988557È buona cosa sostituire gli ammortizzatori ogni 50.000 chilometri, oppure quando ci osi accorge che non fanno più il loro dovere, come vedremo fra poco. Si noti che gli ammortizzatori vengono sempre sostituiti in coppia (entrambi gli anteriori o entrambi i posteriori).

Gli ammortizzatori sono attaccati ai componenti del corpo del veicolo e alle sospensioni. Essi sono utilizzati per assorbire gli urti della strada, garantendo una guida fluida. La maggior parte delle auto prodotte dopo il 1995 hanno ammortizzatori nelle ruote posteriori e un puntone nella parte anteriore. Auto e camion più grandi possono avere gli ammortizzatori a tutte le quattro ruote.

Gli ammortizzatori sono fondamentalmente contenitori cilindrici riempiti di gas o liquido. Essi sono montati fra la sospensione ed il telaio della macchina. Quando si guida su un ostacolo, i pistoni all’interno del cilindro si muovono su e giù contro il liquido o gas. Gli ammortizzatori assorbono un urto dopo l’altro, soprattutto su strade sconnesse. Il gas o liquido, alla fine, ha delle perdite.

In pratica, quando il veicolo cammina sopra dossi o cunette, la molla della sospensione è soggetta a un sacco di shock. Questo shock muove i pistoni, ma il gas o il liquido che è nei pistoni aiuta ad assorbire l’impatto, ed a diminuire lo shock che viene poi trasferito al corpo del veicolo. Di conseguenza, gli ammortizzatori mantengono il vostro guidare l’auto relativamente confortevole.

Quando gli ammortizzatori hanno un malfunzionamento o una perdita, non sono in grado di assorbire qualsiasi shock dalla strada, e tutto l’impatto sulla sospensione sarà trasferito al corpo della macchina. Questo può anche causare danni ai numerosi componenti del vostro veicolo.

Si può facilmente scoprire da soli se avete bisogno di nuovi ammortizzatori facendo un cosiddetto “test di rimbalzo”. In pratica, andate all’angolo posteriore della vostra auto e spingete verso il basso sulla parte posteriore della vettura. Se la vostra auto rimbalza su e giù un paio di volte, è il momento di cambiare gli ammortizzatori. Ripetete poi il test per gli altri tre angoli dell’auto.

Alcuni sintomi comuni che indicano che potrebbe essere necessario sostituire l’ammortizzatore sono i seguenti: il fatto che il veicolo è instabile; i pneumatici perdono il contatto con la strada; l’impatto è duro quando si va sopra un dosso o un’irregolarità del fondo stradale; vi sono perdite di fluido.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *