Quanto costa assicurazione grandine auto?

z509630Il costo medio della copertura assicurativa contro gli eventi naturali (che comprende anche quella contro la grandine e che viene sottoscritta da circa 1 automobilista su 10) è di circa 140 euro annui, ma come la maggior parte delle coperture auto accessorie dipende dal valore commerciale del veicolo.

In altre parole, il premio assicurativo per gli eventi naturali viene calcolato in base al valore di mercato della vettura al momento della sottoscrizione del contratto, che in pratica è quello reperibile su Quattroruote. Ogni anno, pertanto, al momento del rinnovo della polizza il premio relativo alla clausola sugli eventi naturali dovrà essere rinegoziato, poiché il valore commerciale dell’auto diminuisce nel tempo. Perciò è vostro interesse ricordarvene in prossimità del rinnovo, altrimenti probabilmente pagherete più del dovuto.

Si noti, tuttavia, che molte compagnie di assicurazione permettono di inserire la copertura contro gli eventi naturali solo se si ha già – o si stipula contestualmente – un’assicurazione per furto e incendio. Inoltre, l’assicurazione contro gli eventi naturali prevede quasi sempre, sulla somma risarcibile, una “franchigia” (la soglia al di sotto della quale la compagnia assicurativa non corrisponde alcun risarcimento) o uno “scoperto” (la porzione di danno che comunque resta a carico dell’assicurato).

L’assicurazione contro gli eventi atmosferici e naturali in genere include la copertura dei danni causati da alluvioni, frane, grandinate, inondazioni, tempeste, trombe d’aria, valanghe e tutti i danni causati da ghiaccio o neve. Naturalmente, in Italia le trombe d’aria possono essere considerate eventi rari, mentre alluvioni, grandinate e inondazioni non sono eventi così remoti. Tuttavia, le tempeste non provocano in generale grossi danni, ed è per questo che tale polizza non è da noi molto diffusa.

Si noti, inoltre, che l’assicurazione contro gli eventi atmosferici e naturali non copre i danni prodotti all’auto da eventuali incendi naturali (ad es. di boschi), che sono coperti dalla polizza furto e incendio), mentre può coprire quelli causati dai terremoti e frane, quando le auto spesso riportano danni gravi e irreversibili, tanto da non poter essere più utilizzate. Perciò, informative bene presso varie compagnie su cosa prevede la copertura (anche in termini di franchigia e scoperto) prima di firmare alcunché .



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *