Quanto vale una classe di merito bassa?

z876447Una classe di merito bassa vale molto e occorre tenersela stretta, poiché permette di pagare un premio di assicurazione RC auto più basso. Ora vedremo di capire meglio di quanto si parla in termini economici, dato che questa informazione può essere utile in molto frangenti.

Ricordiamo che i punteggi delle classi di merito vanno da 1 (il migliore) a 18 (il peggiore). E un assicurato con la migliore classe bonus malus può pagare addirittura la metà rispetto all’assicurato che parta dalla classe base, cioè dalla 14-esima. Alcune compagnie di assicurazione hanno delle classi aggiuntive, come ad esempio la 1a, che è più alta della 1 e quindi prevede un premio ancora più basso.

Ad esempio, un neopatentato del Centro Italia con un’auto medio-piccola che si assicura per la prima volta e non ha una classe “ereditata” dai genitori” entra in classe 14, e potrebbe pagare qualcosa come 800 euro di premio annuale. Se invece fosse in classe 1, a parità di altre condizioni pagherebbe un premio di circa 400 euro. Si noti che, se fosse entrato direttamente in classe 1 perché ereditata ad es. dal padre (ai sensi della Legge Bersani), il premio sarebbe stato di circa 500 euro.

Quando si ha un incidente con colpa pari o superiore al 51%, per effetto del bonus malus, la propria classe di merito si incrementa di due classi, che unite alla mancata promozione si traducono in una perdita di ben tre classi di merito. Possiamo quindi stimare un aumento del premio annuo che potrebbe essere finanche di parecchie centinaia di euro, oltre alla “macchia sullo storico dell’assicurato, che comporta anch’essa un aumento del premio assicurativo.

Si noti che il bonus malus scatta anche se, anziché essere stati coinvolti in un incidente con colpa pari o superiore al 51%, nell’arco di 5 anni (che è l’arco di tempo dello “storico” illustrato dall’attestato di rischio dell’assicurato) si sono avuti più sinistri con bassa percentuale di colpa, i quali sommati insieme raggiungono o superano il 51%. Ad es., un incidente con il 35% di colpa e uno con il 20% di colpa, che singolarmente non farebbero scattare il “malus”, sommati insieme sono equivalenti a un sinistro con responsabilità del 55%.

Pertanto, una volta saputo dalla propria compagnia di assicurazione quanto sarebbe il premio da pagare l’anno successivo a seguito del nostro incidente, se l’incidente in questione ha causato danni di poco valore alla controparte (ad es. la rottura di un fanalino posteriore) per evitare la perdita della classe di merito può essere conveniente risarcirla direttamente noi, liquidando il danno senza far intervenire la nostra assicurazione, tramite il procedimento cosiddetto di “derubricazione”.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *