Come togliere graffi auto profondi

z664890Come riparare correttamente graffi profondi e piccolissime ammaccature prodotte da pietre o sassi, magari provenienti  da un camion sulla strada, da un parcheggio affrettato o addirittura da un carrello della spesa vagante?

La maggior parte di questi incidenti sono inevitabili. Possono accadere anche se si parcheggia lontano da negozi e indipendentemente dalle misure seguite per proteggere la vostra auto.

Non solo graffi e piccole ammaccature rovinano la bellezza dell’auto, ma possono anche rendere la vostra auto suscettibile alla ruggine. D’altra parte, è evidente che non vale la pena far riverniciare l’auto da un carrozziere. Vi faranno pagare 10 volte di più per riparazioni che potete fare da soli (se sono piccoli, potete usare un pennarello ripara-graffi, come ad es. quelli che trovate qui).

Il primo passo è quello di individuare graffi e piccole ammaccature e vedere quanto sono profonde. Se sono poco profonde – ovvero non arrivano ad attraversare in profondità tutto lo strato di vernice – possono venire eliminate con una semplice lucidatura della zona interessata.

Utilizzando un asciugamano o un panno di spugna applicate sul punto rovinato una piccola quantità di pasta abrasiva (potete trovarla ad es. qui) per la rimozione di graffi. Strofinate poi con un movimento circolare sopra il graffio o l’ammaccatura una volta che questa è asciutta. Se ciò rimuove il problema dopo un paio di applicazioni, poi basta applicare una buona cera e lucidare. Se si invece si vede il fondo bianco o color metallo del telaio, vi diciamo subito questo modo di rimozione della graffiatura non funziona bene.

Alcune auto hanno una vernice che si basa su lacca, mentre altre hanno la vernice che si basa su smalto. Il seguente suggerimento fa miracoli sulle auto con vernici a base di lacca. Prendete un panno pulito e versatevi una piccolissima quantità di solvente per vernici. Prendete questo panno e strofinate delicatamente sopra e intorno al graffio o ammaccatura. Una parte sottile di lacca inizierà a muoversi portando la vernice intorno e coprendo la zona graffiata o ammaccata.

Quest’ultimo metodo funziona anche su graffi più grandi, ripetendo l’operazione per tutta la lunghezza dello stesso. Tale trattamento, però, non è consigliato su vetture con verniciature personalizzate e potrebbe non funzionare su tutte le auto con vernici a base di lacca. Per le auto con vernice a base di smalto, invece, il trattamento di graffi e ammaccature è completamente diverso.

In quest’ultimo caso, infatti, si deve ritoccare la macchia nella vernice dell’auto. In primo luogo, è necessario per procurarsi il codice della vernice in modo da poter abbinare correttamente la vernice a quella della vostra auto. Questo codice si trova all’interno del vano portaoggetti. Prendete questo codice vernice e procuratevi da un rivenditore e una piccola bottiglia di vernice per ritocco.

In genere quest’ultima ha un pennello applicatore, ma invece di usare il pennello – in quanto altrimenti si applica la vernice su una superficie troppo ampia stando davvero fuori dal graffio o dall’ammaccatura – si consiglia di utilizzare uno stuzzicadenti per un migliore posizionamento della vernice, da effettuarsi solo dopo aver accuratamente pulito la zona da verniciare.

Prima di applicare la vernice, inoltre, seguite le indicazioni fornite sulla bottiglia. Di solito si tratta di mescolare accuratamente per 5 minuti il contenuto per scuotimento (le vernici metalliche possono richiedere un’agitazione più prolungata). Quindi, utilizzando lo stuzzicadenti posizionate la vernice direttamente sul punto interessato. Dopodiché lasciate asciugare per diversi giorni prima di applicare la ceretta per la lucidatura.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *